Eventi Speciali - Domus Ars

Go to content

Main menu

Eventi Speciali

Eventi > Musica
Production



25-26-27 Dicembre 2016     25-26 H 19:00  / 27 H 20:30

LA CANTATA DEI PASTORI

Prodotto da Il Canto di Virgilio
a cura di Carlo Faiello
Con
Franco Javarone            Antonella Morea
Fiorenza Calogero          Massimo Masiello
&
Piccola Orchestra Domus Ars  / Arcangelo Caso Violoncello  / Lello Ferraro Voce - Tammorra/ Martina Mollo Fisarmonica - Piano / Edo Puccini Chitarra / Arturo Sica - Violino
Musiche    Carlo Faiello / Roberto De Simone  / Tradizionali  Scene E Costumi  / Bruno De Luca

 per comunicato       giusizippo@alice.it    -   giusizippo939@gmail.com


27 Marzo  dalle ore 21:00

MISERERE _ Cantare le Passioni

Liturgia Popolare della Settimana Santa a cura di Carlo Faiello


con  
MARIA NAZIONALE - CARLO FAIELLO  -
Battenti di Maiori _- Ensemble Vocale e Strumentale Domus Ars

info e prenotazioni- 0813425603 - 3388615640 - infoeventi@domusars.it

La proposta di questa Cantata Popolare della Settimana Santa, a cura di Carlo Faiello, vuole essere un’occasione per riprendere contatto con una ritualità millenaria che si presenta tra le più radicate in Campania.
Il Miserere rappresenta il canto del dolore, della richiesta di misericordia a Dio dell’uomo fragile. La più commovente delle suppliche composta da Davide.
Nel Salmo si implora la remissione del peccato, si confessa la propria colpa e si scongiura la grazia rinnovatrice per mezzo della purificazione.
Le sue note preannunciano il sacro evento; un canto potente che fa fremere ogni cuore, trasformando gli spettatori passivi in attori protagonisti del dramma.

In questo caso, l’evento sarà articolato come un suggestivo momento di riflessione nei confronti di una parte del repertorio musicale para-liturgico di tradizione orale della nostra Regione.
Un flusso sonoro di “canto sacro”, di materia linguistica dialettale e non, di musica etnica, di modalità lessicali e gestuali carico di significati e di stratificazioni.

A sostegno di questo interessante progetto partecipano:
Maria Nazionale (raffinata interprete di canzoni napoletane; per di più, artista di fama nazionale).
Carlo Faiello (musicista/ricercatore; nonché, autore di alcune delle pagine più emozionanti della nuova musica popolare del Sud Italia)
Antonella Monetti (attrice, danzatrice e musicista)
Battenti di Maiori (20 uomini incappucciati che attraverso suggestivi canti evocano lo strazio della Via Crucis)
Ensemble Vocale e Strumentale Domus Ars (formazione stabile del Centro di Cultura “Domus Ars” di Santa Chiara composta da polistrumentisti/cantanti.

Miserere diventa, perciò, il rituale “necessario” per “Cantare le Passioni”, per esprimere, attraverso una sequenza di canti, musiche, invocazioni, danze il dolore umano; l’infinita pena per il figlio che è morto, la sofferenza della Madre che tanta parte ha nella cultura popolare.

scarica la locandina

IL CANTO DI VIRGILIO
presenta

CARLO FAIELLO
MOZART ALLA CORTE DI PULCINELLA
Opera di e con Carlo Faiello

Direzione
Carlo Faiello

con Giovanni Mauriello, Mario Brancaccio, Patrizia Spinosi, Antonio Faiello, Elisabetta D’Acunzo, Matteo Mauriello, Erminia Parisi.
Orchestra "Domus Ars"
Con la partecipazione di Lorenzo Traverso  al Pianoforte nel ruolo del piccolo Mozart.
Scene di Bruno de Luca

Sono passati diciassette anni da quando andai in Italia. Chi, avendola vista una volta, non la ricorda per tutta la vita, specialmente Napoli?"  E. Mörike - Mozart in viaggio per Praga


Mozart e Pulcinella protagonisti di un insolito Concerto / Spettacolo a cura di Carlo Faiello.

Due grandi personaggi al centro di un incontro metafisico.
Siamo nell’aldilà, dove Pulcinella è da tempo custode delle anime dei defunti napoletani. Lo "spirito" del musicista di Salisburgo, in un susseguirsi di vicende paradossali, chiede insistentemente di "essere ospitato" nel "girone" dove dimorano i "morti partenopei".

Lo perseguita il ricordo della sua visita a Napoli avvenuta nella primavera del 1770; il giovane Amadeus, appena quattordicenne, soggiornò a Napoli per oltre un mese e mezzo avendo l’opportunità di conoscere la capitale del Regno delle due Sicilie e la sua gloriosa scuola musicale; confessa che ne fu perdutamente stregato.
La permanenza nella città fu decisiva per la formazione artistica del compositore austriaco. Tra una profonda nostalgia e una grande riconoscenza per la terra delle sirene, Mozart rivela a Pulcinella, maschera/simbolo in rapporto molto stretto con il mondo dei morti, tutto il fascino che i luoghi vesuviani influenzarono le sue opere e ispirarono la sua vita.
Attraverso una serie di sketch surreali, Amadeus, in modo disordinato, richiama alla memoria la musica che ebbe modo di "respirare" muovendosi tra i vicoli chiassosi della città settecentesca: Giovanni Battista Pergolesi e le Tammurriate contadine; Domenico Cimarosa e i ritmi ipnotici delle Tarantelle; Giovanni Paisiello e i canti "a fronne „e limone"; Leo Vinci e i suoni dei numerosi musicanti girovaghi presenti in città.
Uno spettacolo al limite del grottesco dove le vicende del viaggio giovanile de "l’enfant prodige" si mescolano ai ricordi di Pulcinella destinato a proteggere i cittadini napoletani "trapassati" a miglior vita.
Mozart alla corte di Pulcinella vuole essere uno spettacolo in cui la realtà si intreccia con il sogno; un concerto dove le note mozartiane si mescolano con la grande musica del settecento napoletano




GIOVEDI' 29  GENNAIO 2015 ore 19,30
Arte e Musica per Medici senza frontiere

Medici senza Frontiere" gruppo Napoli è lieto di presentare una serata di beneficenza all'insegna dell'arte in tutte le sue forme e la partecipazione di ospiti speciali

Direttamente dal set di "Un posto al sole":►Marzio Honorato (Renato Poggi)►Germano Bellavia (Guido Del Bue) ►Luisa Amatucci (Silvia Graziani)
Il cantautore GIOVANNI BLOCK



La testimonianza di: Tito Claudio Nappi,
medico ed operatore umanitario di Medici senza Frontiere.


Ingresso con donazione che include la partecipazione all'estrazione di cinque quadri donati dell'artista Gisela Robert,anch'essa presente all'evento.
E' previsto anche un'aperitivo offerto ai partecipanti del'evento.

Associazione " Noi per Napoli"
VENERDI' 30 GENNAIO 2015 ore 20,30




"DEDICATE ALL'AMORE"


CONCERTO DI BENEFICENZA A FAVORE DELL'ASSOCIAZIONEVENTI DI SPERANZA


Olga De Maio soprano
Luca Lupoli tenore
Lucio Lupoli tenore
Biagio Terracciano pianoforte
Sergio De Simone cantautore
Amalia Sabino  voce recitante


MOSTRE AL DOMUS ARS



Una dogana. Tre donne sole, in estenuante attesa. Nessuno, in quel luogo desolato, ad alzare la sbarra per lasciarle passare al di là. L’arrivo di un doganiere, in apparente stato confusionale, non soddisferà nell’immediato le aspettative delle viaggiatrici. Il passaggio della frontiera si rivela sottoposto a regole rigide e complesse, legate strettamente al passato personale di chi si appresta ad uscire. Una sola delle tre donne, Lucrezia, custodisce gelosamente il segreto per cui sarà possibile che la sbarra della dogana si alzi..... Entrata Gratuita

IMPRESSIONI  AI CONFINI

MOSTRA FOTOGRAFICA  DI

MIRELLA RICCARDI

Dal 24 Giugno 2016   ore 18:00



La fotografia resiste ed esiste nella sua capacita’ di raccontare attimi della vita e della storia del mondo, attimi  fuggenti che restano li’ per sempre, in un silenzio e una fissita’ che non sono limiti ma punti di forza, e questa forza aumenta col passare del tempo, e lascia allo spettatore una preziosissima liberta’ di viaggiare nel tempo e nello spazio, emozionarsi e scoprire nuovi dettagli di un racconto che potrebbe non avere mai fine.
Le trenta foto di Mirella Riccardi sono un silenzioso reportage a volo d’angelo sui colori dei sud del mondo, e questi colori traspaiono paradossalmente (ma non troppo) anche nelle foto in bianco e nero, che risultano colorate dalla fantasia creativa dell’osservatore.

                                                                    Eugenio Bennato

Locandina

La Cantata dei Pastori

Concerto di Natale  
19-20-21-23-25-26-27  ore 21:00
Domenica 21 ore 19:00
Con  
Giovanni Mauriello / Elisabetta D'acunzo / Sara Grieco / Matteo Mauriello
con la partecipazione di  
Mimmo Maglionico
&  Orchestra da Camera Domus Ars
Michele Bonè Plettri e Chitarra Battente  Andrea Bonetti Fisarmonica
Michele Di Paola Chitarra  Gianluca Mercurio Percussioni  
Carmine Sanarico Contrabbasso

Arrangiamenti e direzione musicale CARLO FAIELLO  

Musiche di  Roberto De Simone - Carlo Faiello  - Tradizionali

€ 15 – in prevendita € 13

La storia è quella di Giuseppe e Maria che vagano per le campagne di Betlemme alla ricerca di un riparo, ostacolati dal perfido Belfegor e protetti dalla spada divina dell’Arcangelo Gabriele.  Nel difficile viaggio vengono accompagnati da due figure popolari partenopee, Razzullo, scrivano napoletano assoldato per il censimento, e Sarchiapone, maschera ispirata quasi direttamente dalla tradizione popolare dei Pulcinella.
Pubblicata nel 1698 è l’opera teatrale più conosciuta del letterato Andrea Perruci. Rappresentata per oltre tre secoli a Napoli, il testo fu creato per opposizione agli spettacoli "pagani e blasfemi!" che distraevano il popolo dai festeggiamenti del Santo Natale.
La Cantata è un lavoro misto di Sacra Rappresentazione, cantata e dramma pastorale che vive della contaminazione di elementi colti con altri propri della Commedia dell’Arte.
Prendendo spunto dalla tradizione storica, il Centro di Cultura Domus Ars proporrà una versione della Cantata in forma Concerto;  una miscela tra tradizione ed innovazione, scegliendo le composizioni più interessanti e rappresentative
relative al periodo natalizio: dalle pastorali di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori alle più famose melodie di Roberto De Simone; dall’archivio sonoro di estrazione orale ai brani di Carlo Faiello.
Protagonista dello spettacolo sarà Giovanni Mauriello, già fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare e prezioso custode della celeberrima versione degli anni Settanta. Inoltre, in scena ci saranno le cantanti/attrici Elisabetta D’Acunzo e Sara Grieco con la partecipazione del figlio d’arte Matteo Mauriello. Scene e costumi di Bruno De Luca.  Le parti musicali, elaborate da Carlo Faiello, saranno affidate all’Orchestra da Camera Domus Ars.

Il Centro Culturale Domus Ars, diretto da Carlo Faiello, ha lo scopo di promuovere e diffondere la cultura, l’arte e la storia della Campania nel mondo. Il suo intento è quello di mettere in luce realtà storico-artistiche delle tradizione musicali colte ed etniche non abbastanza valorizzate, attraverso l’organizzazione di concerti, seminari, mostre etc. In vista delle manifestazioni del Natale 2014     nel suggestivo scenario della Chiesa San Francesco delle Monache (via Santa Chiara 10/c – Napoli) presenta:

Info: Domus Ars 081.3425603   338.8615640 direzione@domusars.it







Workshop di Alejandro Jodorowsky:
"SAPER ESSERE, SAPER AMARE, SAPER CREARE, SAPER VIVERE".



22-23 novembre 2014

Sabato dalle 9.30 alle 19.00 e Domenica dalle 9.30 alle 13.30
Per informazioni inviare un' e-mail a istituto.igat@gmail.com
oppure
telefonare allo 0815790855
dal lunedì al venerdì ore 10.00 - 13.00



FOCUS- VOICE
FOCUSING, UN MODO PER ASCOLTARE SE STESSI E GLI ALTRI
di Rosanna Camerlingo


29 novembre dalle ore 16:00

DieciLune – Festival dell'Autore
Menzione al merito ai Premi Gutenberg 2013  Associazione Nazionale del Libro
IV Edizione Napoli e
Domus Ars





comunicato


 

Lunedì 16 dicembre 2013, ore 16:30


NAPOLI RICORDA DON GALLO

“ Il sogno di una città nuova, diversa e più umana….)
Presentazione del suo ultimo libro
“ IO NON MI ARRENDO “
P. Alex Zanotelli, Artisti e il coautore
Maurizio Fantoni Minnella revocano
la figura del prete degli emarginati

Entrata Gratuita

GIULIANA SOSCIA & PINO JODICE QUARTETnasce da un’idea della fsarmonicista, pianista e compositrice Giuliana Soscia in collaborazione con Pino Jodice pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra jazz. Giuliana Soscia vanta un particolarissimo percorso artistico e creativo di anni di studio e sperimentazioni, dalle sale da concerto agli studi televisivi di RAI UNO e RAI DUE, una delle poche fsarmoniciste jazz donne al mondo “…che senza ombra di dubbio possiamo considerare tra i/le più prestigiosi/e fsarmonicisti/e Jazz d'Italia…(B.Pollacci)”.  


PASQUA AL DOMUS


Chest’è ‘a Storia d’o Munno
Una pièce teatrale/musicale in cui si racconta in dialetto napoletano la Passione, Morte e Resurrezione di Cristo.
Il testo è stato realizzato dall’attore Roberto Albin che ha messo insieme e tradotto in napoletano brani tratti dal racconto evangelico. La musica di Francesco D’Ovidio è stata scritta originariamente per quartetto d’archi e ne esiste anche una versione per sei esecutori (violino, clarinetto, fagotto, tromba, trombone e contrabbasso). Quest’opera ha avuto numerose esecuzioni, specialmente nel periodo del triduo pasquale. La versione inedita per voce recitante e pianoforte è qui proposta per la prima volta, con Roberto Albin recitante e lo stesso Francesco D’Ovidio al pianoforte. Il racconto della Passione si sviluppa in episodi strumentali autonomi e brani di accompagnamento e commento alla recitazione. La lettura di alcuni testi con l’esecuzione di musiche di repertorio in tema fanno da introduzione al racconto napoletano.








SABATO 16  FEBBRAIO 2013  Ore 11:30
Presentazione del libro “La giudice” di Paola Di Nicola
Ed. 881/Ghena

"Racconto questa storia, la mia e quella di altre, non perché la ritenga particolarmente significativa, ma perché mi ha insegnato che esserci, come donne, nei luoghi decisionali non basta affatto. Bisogna esserci con il coraggio e la consapevolezza del proprio diverso punto di vista, dopo averlo focalizzato e valorizzato."
Paola Di Nicola è giudice presso il Tribunale penale di Roma. dal settembre 2010. Si è occupata precedentemente di diritto civile, penale e del lavoro come Pretore, presso la Pretura di Sant’Angelo dei Lombardi. E’ stata giudice del Tribunale di Latina nelle materie civili, delle esecuzioni immobiliari e penali. Negli anni 2009 e 2010 ha presieduto il Collegio, appositamente costituito presso il Tribunale di Napoli, per l’emergenza rifiuti in Campania. Si è occupata inoltre della formazione dei magistrati  del Lazio.
Ha due figli e “La giudice”  è il suo libro di esordio.
Interverranno alla presentazione, insieme all’autrice,
Roberta Agostini, coordinatrice nazionale donne del PD  e la fotografa Simona Filippini con una breve proiezione del suo progetto “DI LEI, donne globali raccontano” nel quale un gruppo di donne immigrate narrano fotograficamente il loro quotidiano all’interno di alcune famiglie romane presso le quali hanno il ruolo riconosciuto di collaboratrici domestiche.
Modererà l’incontro Nadia Zicoschi, giornalista del TG2.


Back to content | Back to main menu